Modulo Antincendio, Sistemi di Pressurizzazione, Cisterne Idriche accumulo
it-ITen-US
Tech corner

Magazine

 
11 novembre 2016 Autore: Giacomo Tizzanini

RETI SPRINKLER CMSA E ESFR. SISTEMI ANTINCENDIO IDROELETTRICA: "LA SCELTA GIUSTA".

Nei depositi di grandi dimensioni (intensive) le problematiche connesse alla prevenzione incendi sono tipicamente connesse ad aspetti quali la presenza di un elevato carico di incendio, la distribuzione dei prodotti in sistemi di stoccaggio ad alto impilamento, l'utilizzo di imballaggi molto variabili ai fini antincendio (pallet, cartoni, pellicole plastiche, ecc.).
In tali realtà la sicurezza antincendio è affidata principalmente ad impianti automatici a pioggia con reti sprinkler CMSA e ESFR, che in moltissimi casi consentono una soluzione alternativa agli sprinkler spray intermedi, quando obbligatori (sicuramente problematici da un punto di vista strettamente logistico).

Gli sprinkler CMSA (Control Mode Specific Applications) sono progettati per il controllo dell'incendio, in particolare a protezione di rischi di tipo elevato (HH), dove si prevede un importante e veloce sviluppo delle fiamme, gli ESFR  (Early Suppression Fast Response) sono gli unici sprinkler che hanno come finalità la suppressione, ovvero un livello vicino a quello dello spegnimento.

I sistemi di pompaggio per antincendio costruiti da Idroelettrica SpA secondo UNI EN 12845:2015 / UNI 11292, e NFPA si possono utilizzare come alimentazioni idriche perfettamente rispondenti alle esigenze derivanti dall'uso di questi nuovi sprinkler.
A seconda della tipologia si possono impiegare sistemi preassemblati che integrano a loro interno tutti i componenti che costituiscono una centrale antincendio: gruppo di pressurizzazione, vasca di accumulo per la riserva idrica e locale tecnico.

Recentemente è stata pubblicata in lingua italiana la nuova edizione della norma UNI EN 12845:2015 (progettazione, installazione e manutenzione dei sistemi automatici a sprinkler) che introduce importanti novità rendendo possibile l'utilizzo di tecnologie (sprinkler ESFR e CMSA) per le quali fino ad oggi era necessario utilizzare norme “internazionalmente riconosciute” come le americane NFPA e le FM.

Con la nuova EN 12845: 2015 e con l'introduzione delle indicazioni per il loro corretto utilizzo, gli impianti con ESFR e CMSA diventano progettabili anche da tecnici semplicemente “abilitati” e non necessariamente professionisti antincendio.

FIREBLOCK sistema antincendio per installazione fuori terra con riserva idrica integrata orizzontale o verticale fino a 72 mc, costruito secondo UNI EN 12845:2015 / UNI 11292, è la scelta giusta per alimentare in sicurezza reti CMSA e ESFR.