Modulo Antincendio, Sistemi di Pressurizzazione, Cisterne Idriche accumulo
it-ITen-US
Magazine

Magazine

 
01 gennaio 2016 Autore:

Domande e Risposte #1

Quesito 1
Stiamo progettando una stazione di pompaggio antincendio per un’industria tessile.
Per andare incontro alle richieste del cliente stiamo valutando la possibilità di riutilizzare due serbatoi in ferro verticali da 20 mc cad. di altezza 3 metri già presenti nel sito.
I due serbatoi non sono comunicanti fra loro.
Si possono utilizzare questi serbatoi come riserva idrica?
L’installazione sarebbe da considerare sopra o sotto battente?
Ing. Elena Gastaldello – Lodi

I serbatoi si possono riutilizzare. Dovrà essere realizzato un collettore di aspirazione verso le pompe, correttamente dimensionato. Questo è ammissibile se l’applicazione è sottobattente.
Il collettore di aspirazione è invece vietato nelle applicazioni soprabattente UNI EN 12845 10.6.2
In ogni caso UNI/TR 11438 (4.1.3) “Situazioni diverse dalla riserva idrica unica devono essere ingegnerizzate per garantire in ogni caso le prestazioni richieste dall’impianto, e per assicurare la
continuità e L’affidabilità dell’alimentazione idrica per tutta la durata prevista, anche rispetto agli effetti dell’incendio” . Quindi attenzione al calcolo del collettore, la portata di progetto deve essere garantita anche quando i serbatoi si trovano al livello minimo.
Le definizioni che la norma detta per la configurazione sopra e sotto battente , sono contenute in UNI EN 12845 10.6.2. Sulla base delle indicazioni contenute nella domanda , non è possibile fornire una risposta univoca.


Quesito 2

… ci capita spesso di fare manutenzione su centrali antincendio molto vecchie dove sono presenti elettropompe senza giunto spaziatore.
Sappiamo che la nuova norma vieta questo tipi di pompe, come ci dobbiamo comportare? Devono essere sostituite?
Possiamo comunque rilasciare al cliente un verbale di collaudo nel quale confermiamo che le pompe garantiscono portata e prevalenza?
Franco Guercione – Messina

Se il gruppo è stato realizzato secondo le precedenti normative (ad es. UNI 9490), non si deve intervenire su di esso per adeguarlo alle nuove regole che nel frattempo sono state emanate.
Questa considerazione generale vale ovviamente, nel caso particolare dell’assenza del giunto spaziatore. La precedente normativa non lo prevedeva, quindi non è necessario intervenire sul gruppo, anche se la norma subentrata invece lo impone per i nuovi sistemi di pressurizzazione.
Le pompe principali devono comunque essere pompe con supportazione indipendente, montate su basamento e collegate al motore elettrico da un giunto elastico.
Se le pompe sono invece del tipo monoblocco, devono essere sostituite, perché anche la precedente normativa le vietava.
Le prove sui gruppi esistenti, realizzati secondo qualsiasi norma che nel tempo si sia avvicendata, vanno fatte in ossequio a ciò che detta il cap. 20 della UNI EN 12845, relativo alla MANUTENZIONE

Quesito 3
E’ sempre possibile installare stazioni di pompaggio antincendio composte da sole pompe elettriche? Oppure ci sono delle limitazioni?
L’azienda dispone già di un gruppo elettrogeno a servizio di alcune macchine utensili che coprirebbe ampiamente l’assorbimento elettrico delle due pompe
Il quadro di comando delle pompe può essere installato a distanza dalle pompe in un locale tecnico dove ci sono gli altri pannelli di comando dell’azienda?
Marco Masetti - Trieste

Le alimentazioni idriche che prevedono gruppi di pressurizzazione composti da sole elettropompe, sono ammesse solo quando per la protezione dell’attività viene richiesto di realizzare un’ ALIMENTAZIONE IDRICA DI TIPO SINGOLO.
Ogni volta che occorre viceversa realizzare un’ALIMENTAZIONE IDRICA DI TIPO SINGOLO SUPERIORE, il gruppo di pressurizzazione deve essere composto da almeno due pompe, una delle quali deve necessariamente essere mossa da un motore DIESEL. Vedi UNI  EN  12845 9.0 – 9.6 – 10.2
Le alimentazioni idriche di tipo singolo superiore, sono delle alimentazioni idriche che garantiscono un elevato grado di affidabilità. Questa maggiore affidabilità dell’alimentazione idrica è riconosciuta dalla norma solo a sistemi composti come sopra descritto.
Non sono invece ritenuti SUPERIORMENTE AFFIDABILI , gruppi di pressurizzazione composti da sole elettropompe , anche se alimentate da un gruppo elettrogeno.
Perciò in sintesi:
Quale tipo di alimentazione idrica deve essere realizzata?
  • SINGOLA SONO ACCETTABILI SOLE ELETTROPOMPE CON O SENZA GRUPPO ELETTROGENO, NON HA IMPORTANZA
  • SINGOLA SUPERIORE ALLORA IL GRUPPO DEVE ESSERE COMPOSTO DA ALMENO DUE POMPE PRINCIPALI , UNA DELLE QUALI DEVE ESSERE MOSSA DA UN MOTORE DIESEL. L’ALIMENTAZIONE DI ELETTROPOMPE CN UN GRUPPO ELETTROGENO IN QUESTO CASO NN REALIZZA LA RICHIESTA SUPERIORE AFFIDABILITA’ DEL SISTEMA
I quadri elettrici devono essere posti all’interno della centrale idrica. Vedi UNI  EN  12845 10.8